DE | FR

search


Kontakt
maps

Links


Fr


De

Settembre 2009

Le università e la sperimentazione animale

La maggior parte delle persone interrogate sono spesso sorprese di scoprire che nell’università della città in cui vivono, vengono praticati numerosi esperimenti sugli animali.
Eppure, di gruppi di ricerca che praticano esperimenti sugli animali in atenei ed altri istituti pubblici, ne esistono decine di migliaia nel mondo. Solo in Svizzera, i cantoni di Basilea, Zurigo, Berna, Vaud, Ginevra, Friborgo, Neuchâtel, accolgono nelle loro università centinaia di gruppi di ricerca attivi in diverse facoltà.
Questi gruppi di ricerca lavorano principalmente su progetti di ricerca fondamentale, con la differenza che mentre l’industria farmaceutica svolge ricerca volta a mettere a punto un nuovo farmaco, la ricerca fondamentale si preoccupa anzitutto di rispondere ad un interrogativo scientifico: la proteina A svolge un ruolo nella patologia B ? e se disattivo il gene X, questo permetterà di influire sull’evoluzione della patologia Y ?
Allo scienziato poco importa sapere se le risposte a questi appassionanti quesiti saranno utili un giorno alla medicina. L’importante è rispondere al maggior numero possibile di domande, pensa lui. Poi si finirà pure per farne qualcosa di utile.

D’accordo. Ma se una risposta ottenuta su un ratto non risulta trasponibile all’uomo per esempio, questo non pone un problema serio per la corretta comprensione di una patologia umana ? Ancor più problematico: se una risposta non è riproducibile, questo non rischia di rimettere in causa altre risposte precedentemente ottenute, e se sì, in che modo riconoscerle tra le migliaia di nuove risposte pubblicate annualmente ?
Rispondere a questi quesiti non è ruolo dello scienziato. Anzitutto perchè non è mai gradevole ammettere che il proprio lavoro contiene così tante lacune da perdere ogni interesse. E poi perchè, come tutti noi, ha delle fatture da pagare e per questo ha bisogno di continuare a lavorare.

Pubblicazioni “a gogo”

« Un gruppo di ricerca isola il gene della paura. I loro lavori aprono la strada ad un nuovo farmaco destinato a curare le fobie » riferisce una giornalista entusiasmata da un nuovo articolo scientifico.
Gruppi di ricerca che riferiscono ricerche di importanza capitale, ce ne sono tutti i giorni. Non appena i risultati delle ricerche sono pubblicati su una rivista scientifica, scatta il balletto dei comunicati stampa a tutti i media. Spesso redatti sotto forma di articoli pronti per la pubblicazione, sono molto graditi dai giornalisti che non hanno più che da fare un copia-incolla prima di condividere il loro entusiasmo.
Problema : dalle statistiche internazionali risulta che soltanto il 5% degli esperimenti di ricerca fondamentale serviranno effettivamente per la messa a punto di nuovi farmaci. Per essere chiari, il 95% dei finanziamenti pubblici elargiti a questi scienziati avranno avuto come unica utilità quella di aver fornito loro uno stipendio (1), prestazioni sociali ed un minimo di riconoscimento da parte dei colleghi scienziati.

Denaro sperperato e sofferenze inutili

Al limite potremmo dirci che la situazione attuale non è altro che un spreco in più, imputabile alla cattiva gestione del denaro pubblico da parte dell’amministrazione. Ma in questo caso specifico, questo spreco genera anche la sofferenza inutile di centinaia di migliaia di animali ogni anno.

...................................................................................................

Note :

(1) Stando ai conti 2008 pubblicati dall’FNS, le retribuzioni e gli oneri sociali rappresentano il 67% (Fr.137 milioni) dei fondi complessivi versati agli scienziati per i progetti della divisione 3 Biologia e Medicina.


Iscrivetevi alla nostra

..................................

Con quale alimento nutrite il vostro cane o gatto?

Esistono marche di alimenti non testati sugli animali
»» Segue

..................................

Quale giustificazione alla sperimentazione animale ?
»» Segue

..................................

Sperimentazione animale o metodo di sostituzione?
Con fondi sufficienti e la possibilità per i ricercatori di poter portare avanti una carriera scientifica senza animali, la ricerca medica farebbe progressi rapidi spettacolari. »» Segue

..................................

L'animale non è il modello biologico dell'uomo
Prova clinica di un nuovo farmaco: 6 uomini in ospedale.
»» Segue

..................................

Pubblicare o morire
Un sistema che non favorisce l'innovazione. »» Segue

..................................

Truffa delle pubblicazioni scientifiche
Se vogliono ottenere fondi, gli scienziati che operano negli istituti pubblici devono regolarmente pubblicare i loro lavori su riviste scientifiche.
»» Segue

..................................

Le università e la sperimentazione animale
»» Segue

..................................