DE | FR

search


Kontakt
maps

Links


Fr


De

Dicembre 2011 - Sondaggio d'opinione dell'organismo DemoSCOPE

La popolazione svizzera non vuole esperimenti
sui cani

Secondo il sondaggio d'opinione chiesto da Ärztinnen und Ärzte für Tierschutz in der Medizin (Medici per la protezione degli animali), la popolazione svizzera è chiaramente opposta all’utilizzazione dei cani per esperimenti che generano sofferenze. Questo rifiuto si rivolge in particolare agli studi di ricerca medica e di tossicità, che rappresentano la maggior parte degli esperimenti in cui sono coinvolti cani.

Calmo, gentile, robusto, le sue qualità fanno del Beagle il cane più utilizzato nei nostri laboratori. I test di tossicità si svolgono in gran parte nella regione basilese. Vengono somministrate sostanze a cani di ogni età per valutarne la tossicità.

Il sondaggio è stato svolto nel novembre 2011 dall'organismo DemoSCOPE, su un campione rappresentativo della popolazione composto da 1013 persone sopra i 15 anni residenti in Svizzera tedesca. Delle persone interrogate, soltanto il 10% circa sono proprietari di cani.

Il 70% rifiutano gli esperimenti che cagionano sofferenze ai cani per studi che rientrano nella medicina veterinaria.

Il 65% respingono gli esperimenti che inducono sofferenze per i cani nell’ambito di studi di medicina umana.

Il 79% rifiuta l’utilizzazione del cane per gli studi di tossicità.

Questi risultati coincidono con lo studio europeo svolto nel 2009 dall’Istituto internazionale di sondaggio YouGov. Il 77% delle 7139 persone interrogate infatti rifiutava gli esperimenti sui cani.
In un altro studio svolto nel 2006 su 42'655 persone nei 25 Stati dell'Unione europea, erano già l’83% a rifiutare questi esperimenti.

NO agli esperimenti sui cani

Malgrado il rifiuto della popolazione per questo tipo di esperimenti, diverse migliaia di cani sono utilizzate ogni anno in Svizzera per studi o test di tossicità: 3102 cani nel 2010, 5'399 nel 2009. Se parte dei cani partecipa ad esperimenti giudicati "senza aggravio", per esempio in ambulatorio veterinario, diverse centinaia subiscono esperimenti che ne alterano lo stato di salute. Stando alle statistiche ufficiali dell’Ufficio federale di veterinaria pubblicate nel luglio 2011, 278 hanno subito esperimenti difficilmente sopportabili o dolorosi (classificati in gradazione 2) nel 2010, e 6 cani hanno subito esperimenti molto dolorosi, che hanno potuto causarne la morte durante lo studio (gradazione 3).

Utilizzare animali per studiare malattie umane o valutare la tossicità di una sostanza chimica è ancor più intollerabile quando si sa che non apporta alcun risultato affidabile e predittivo per l’uomo. Apporta solo ed esclusivamente sofferenze all'animale.


Iscrivetevi alla nostra

..................................

Con quale alimento nutrite il vostro cane o gatto?

Esistono marche di alimenti non testati sugli animali
»» Segue

..................................

Quale giustificazione alla sperimentazione animale ?
»» Segue

..................................

Sperimentazione animale o metodo di sostituzione?
Con fondi sufficienti e la possibilità per i ricercatori di poter portare avanti una carriera scientifica senza animali, la ricerca medica farebbe progressi rapidi spettacolari. »» Segue

..................................

L'animale non è il modello biologico dell'uomo
Prova clinica di un nuovo farmaco: 6 uomini in ospedale.
»» Segue

..................................

Pubblicare o morire
Un sistema che non favorisce l'innovazione. »» Segue

..................................

Truffa delle pubblicazioni scientifiche
Se vogliono ottenere fondi, gli scienziati che operano negli istituti pubblici devono regolarmente pubblicare i loro lavori su riviste scientifiche.
»» Segue

..................................

Le università e la sperimentazione animale
»» Segue

..................................