DE | FR

search


Kontakt
maps

Links


Fr


De

Dicembre 2011 - Università di Zurigo

6 cani infettati ed uccisi

Allorchè decine di migliaia di cani sono naturalmente colpiti da angiostrongilosi canina nei paesi europei, certi ricercatori non hanno trovato nulla di meglio da fare che infettare 6 cani sani a Zurigo. Per il Direttore dell’Istituto di parassitologia dell’università « non vi sarebbero abbastanza cani infettati in Svizzera » e sarebbe stato impossibile determinare con precisione in quale momento esatto lo sono stati.

L’esperimento è stato denunciato dal Dott. Markus Deutsch, dell’Associazione zurighese « Medici per la protezione degli animali in medicina »  (Ärztinnen und Ärzte für Tierschutz in der Medizin), che pubblica sul suo sito internet le informazioni relative a tale esperimento. Vi si può leggere che i 6 cani sono stati infettati per via orale con larve dei nematodi all’origine della patologia. Per tre mesi, due cani sono stati trattati con un farmaco, altri due con un nuovo composto, mentre gli ultimi due cani non hanno ricevuto alcun trattamento. Successivamente i cani sono stati uccisi per effettuarne l’autopsia.

Non si può non essere scandalizzati dalla pigrizia di questi ricercatori che piuttosto che spostarsi per andare a studiare animali già malati, preferiscono « starsene a casa loro » a saturare cani con dei parassiti per poi studiare i sintomi e l’effetto di un nuovo composto. 
Quanti altri studi altrettanto scandalosi si svolgono nei laboratori del nostro paese? Stando alle cifre pubblicate dall’Ufficio federale di veterinaria, nel 2010 sono stati utilizzati 3102  cani per sperimentazioni animali in Svizzera.

L'angiostrongilosi canina (Angiostrongylus vasorum) è provocata da nematodi (vermi) di circa 15 mm. E presente in molti paesi ma il parassita si sviluppa soprattutto nei paesi delle regioni temperate. In Europa, infesta numerose mute di cani e canili nel sud-ovest della Francia, in Italia ed in Portogallo.
Dopo l’ingestione del parassita da parte dell’animale, le larve attraversano la parete intestinale poi si evolvono ed emigrano verso il cuore ed i polmoni, dove, diventate adulte, si accoppiano. Le larve provenienti dall’accoppiamento possono risalire nel tratto digestivo ed essere eliminate nelle feci.
I sintomi di infezione nel cane appaiono progressivamente e generalmente iniziano con turbe respiratorie, tosse e disturbi cardiaci. Successivamente lo stato dell’animale si deteriora. Senza alcun trattamento, l’esito rischia di essere fatale. L’angiostrongilosi canina si manifesta anche sotto forma oculare, renale, cutanea, talvolta digestiva.


Iscrivetevi alla nostra

..................................

Con quale alimento nutrite il vostro cane o gatto?

Esistono marche di alimenti non testati sugli animali
»» Segue

..................................

Quale giustificazione alla sperimentazione animale ?
»» Segue

..................................

Sperimentazione animale o metodo di sostituzione?
Con fondi sufficienti e la possibilità per i ricercatori di poter portare avanti una carriera scientifica senza animali, la ricerca medica farebbe progressi rapidi spettacolari. »» Segue

..................................

L'animale non è il modello biologico dell'uomo
Prova clinica di un nuovo farmaco: 6 uomini in ospedale.
»» Segue

..................................

Pubblicare o morire
Un sistema che non favorisce l'innovazione. »» Segue

..................................

Truffa delle pubblicazioni scientifiche
Se vogliono ottenere fondi, gli scienziati che operano negli istituti pubblici devono regolarmente pubblicare i loro lavori su riviste scientifiche.
»» Segue

..................................

Le università e la sperimentazione animale
»» Segue

..................................