DE | FR

search


Kontakt
maps

Links


Fr


De



08.2017 s


Petizione Associazione svizzera per l'abolizione della vivisezione. Vietare gli esperimenti sulle scimmie   

http://www.parlament.ch/i/suche/pagine/geschaefte.aspx?gesch_id=20082017

 

Rapporto della Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del 24 ottobre 2008

La Commissione ha esaminato la petizione summenzionata che chiede il divieto degli esperimenti scientifici sulle scimmie.

Proposta della Commissione

La Commissione propone di prendere atto della petizione senza darle seguito.

In nome della Commissione
La presidente: Josiane Aubert

 

1. Contenuto della petizione

Come gli uomini, le scimmie possono provare sofferenza e tristezza, dolore e gioia, stress e paura, felicità e amore; il 98 per cento del loro codice genetico è uguale al nostro. Nonostante siano molto simili a noi, è tuttavia errato concludere che i risultati degli esperimenti scientifici condotti sulle scimmie siano trasponibili all'uomo: oltre ad essere una conclusione errata e poco scientifica, una simile trasposizione potrebbe avere conseguenze fatali per i consumatori. Una stessa sostanza può infatti provocare reazioni totalmente differenti a dipendenza della specie animale alla quale viene somministrata. Sembra pertanto irresponsabile voler applicare all'uomo risultati altrettanto aleatori. Del resto all'Università di Zurigo gli esperimenti praticati sulle scimmie sono già stati reiteratamente sospesi, a seguito di vive proteste, in quanto ritenuti particolarmente inutili. I firmatari della petizione esigono pertanto l'emanazione di una legge che vieti in Svizzera l'impiego di scimmie nell'ambito di esperimenti scientifici.

2. Deliberazione e decisione nella Camera prioritaria

Il 16 giugno 2008 la CSEC-S ha esaminato la petizione e ha quindi chiesto alla propria Camera di prendere atto della stessa senza darle seguito. La decisione della Camera in questo senso è stata presa il 2 ottobre 2008.

3. Considerazioni della Commissione

La petizione dell'Associazione svizzera per l'abolizione della vivisezione esige l'emanazione di una legge che vieti in Svizzera l'impiego di scimmie nell'ambito di esperimenti scientifici. Questo argomento è già stato dibattuto nell'ambito della trattazione dell'iniziativa parlamentare Graf (06.464 Divieto di effettuare su primati esperimenti che causano disagi di grado medio ed elevato). La CSEC-N e il Consiglio nazionale hanno deliberato di non dare seguito all'iniziativa e hanno deciso che in Svizzera non si sarebbero dovuti vietare esperimenti con grosse scimmie antropoidi ed esperimenti che causano disagi ad altri primati. Il Consiglio nazionale si è pronunciato il 20 dicembre 2007 con 103 voti contro 68. Quest'ultimo ha argomentato che il dispositivo previsto nella legge sulla protezione degli animali in materia di esperimenti è sufficiente per garantire la protezione e la dignità degli animali. Inoltre l'autorizzazione di impiegare grosse scimmie antropoidi e altri primati viene concessa solo dopo un'attenta valutazione degli interessi, seguendo severi criteri e tenendo in considerazione la responsabilità particolare che incombe all'uomo nei confronti degli animali. Nella sua motivazione il Consiglio nazionale ha inoltre menzionato che il divieto totale degli esperimenti sui primati avrebbe rischiato di compromettere la ricerca in modo eccessivo. L'argomento degli esperimenti sui primati ha suscitato una certa agitazione nell'ambito dell'insegnamento superiore in Svizzera, poiché la commissione del Cantone di Zurigo responsabile della valutazione etica degli esperimenti sugli animali ha rifiutato per due volte, all'inizio del 2007, di avallare esperimenti che implicavano scimmie. In occasione dell'esame della legge sulla protezione degli animali, la stessa CSEC-S ha lungamente dibattuto la questione della dignità dell'animale. Si tratta infatti di una nozione giuridica indeterminata, e occorre dunque decidere caso per caso se un dato esperimento è conciliabile o meno con la dignità dell'animale. La competenza per una simile valutazione nell'ambito della protezione degli animali è esplicitamente stata trasmessa a commissioni specializzate. La Commissione propone pertanto di prendere atto della petizione senza darle seguito.


Iscrivetevi alla nostra

Articoli

»» Caccia

»» Foie gras

»» Rivista stampa