DE | FR

search


Kontakt
maps

Links


Fr


De

Niente applausi per gli animali da circo !

Dall’inizio dell’estate 2014, la LSCV ha organizzato diverse decine di manifestazioni pacifiste durante le rappresentazioni dei circhi Knie, Nock e Cirque Royal in Svizzera. Obiettivo: informare il pubblico.

Ci si può divertire della sofferenza degli animali? Come possono gli animali selvatici che vivono negli zoo o nei circhi sopportare la loro quotidianità ?

Un’inchiesta pubblicata lo scorso mese di maggio da Die Welt ha rivelato i metodi posti in campo in diversi zoo per presentare al pubblico degli animali « felici » di vivere lì: la maggior parte sono sotto ansiolitici, antibiotici ed altri psicotropi. I delfini non stanno meglio.
Il direttore dello zoo di Duisburg ha finito col riconoscere davanti al Parlamento di Düsseldorf che i suoi animali erano sotto antidepressivi. Otto delfini erano morti in Svizzera tra il 2008 ed il 2011 nel delfinario Connyland di Lipperswil. L’autopsia degli ultimi due cadaveri aveva rivelato una overdose di medicamenti. Dal 2012 la legislazione vieta l’importazione di cetacei in Svizzera.

Quanto ai circhi, la situazione potrebbe essere diversa ? Gli elefanti, cammelli ed altri animali selvatici che si esibiscono regolarmente possono essere custoditi in modo soddisfacente? Cinque paesi europei, tra cui Belgio e Austria, hanno già risposto negativamente vietandone l’utilizzazione. In Svizzera, i circhi usufruiscono di deroghe speciali per i loro zoo itineranti. Devono rispettare le disposizioni legali soltanto « se è possibile ». Gli animali ammassati su un parcheggio non hanno che da sopportare con pazienza. La spiegazione è che questi animali « fanno esercizio fisico » durante il loro numero sotto il tendone. Il fatto è che la maggior parte di questi animali non si esibiscono in nessun numero. Stanno in gabbia solo per attirare un pubblico disposto a pagare un’entrata per visitare il piccolo zoo.

Knie, 2015, Neuchâtel

La questione va oltre i maltrattamenti degli animali. Ci interroga anche sul valore dei nostri atti. Il nostro interesse personale prevale sulle sofferenze che può generare? Possiamo infliggere ad un essere vivente una cosa che per noi sarebbe insopportabile subire? Gli animali non sono necessari nè nel nostro piatto nè per divertirci. Molti circhi fanno completamente a meno degli animali ed i loro numeri ci meravigliano e ci incantano. E’ inutile vedere elefanti girare in tondo come automi.

Del resto, dietro le quinte, che cosa si infligge ad un animale selvatico perchè sia così docile in pubblico ? Un trattamento « umano » ? Per il momento nessun circo svizzero ha mai reso pubblici i trattamenti farmacologi somministrati ai suoi animali. Nessun animale selvatico può essere « felice » in gabbia, anche se è nato in cattività.

Knie, 2015, Neuchâtel


Iscrivetevi alla nostra

. . . . . . . . . . . . .

Svizzera - Petizione per la castrazione obbligatoria dei gatti lasciati circolare liberamente

L’organizzazione per la protezione degli animali NetAP e la fondazione Stiftung für das Tier im Recht (TIR) così come le organizzazioni partecipanti e gli firmatari, chiedono al consiglio federale e al parlamento, di introdurre la castrazione obbligatoria per i gatti lasciati circolare liberamente, con il fine di frenare la crescita eccessiva e quindi ridurre la sofferenza dei gatti in Svizzera.

»» Firmate la petizione

. . . . . . . . . . . . .

Ripuliamo l'Europa dalla crudeltà

»» Firmate la petizione

. . . . . . . . . . . . .


Azioni 2016

La loro vita, la loro sofferenza
Come puoi aiutarli

»» Segue

. . . . . . . . . . . . .